Le Botteghe storiche di Milano diventano Social

Milano, 23 novembre 2017 – Uno dei patrimoni più importanti di Milano è rappresentato dalle botteghe storiche e dalla loro storia. Sono oltre quattrocento i negozi insigniti della targa “Bottega Storica di Milano”, che vengono raccontati sulla pagina Facebook “Botteghe Storiche di Milano“, gestita con la collaborazione di Milano da Vedere.
Da Guenzati presente dal 1768, alla Sala del Cane che ospitava il famoso pappagallo di Portobello, indimenticabile trasmissione con Enzo Tortora, passando da Pettinaroli, Tricella, Hoepli, Ristorante Savini, Peck, Sangalli, Al Pascià, Adamas Gioielli, Noli, Cappelleria Melegari…l’elenco è davvero lungo e le storie di questi commercianti che sono cresciuti con l’abitudine di “alzare la saracinesca” tutti i giorni, regalando sorrisi, spesso ignari di quanto valore i loro negozi e i loro prodotti abbiano, ha bisogno di essere raccontata, attraverso il linguaggio moderno dei social network per essere fruibile proprio da tutti!
Se Milano fosse un libro, il capitolo Botteghe Storiche, si intreccerebbe con gli ultimi due secoli di vita della città, racconterebbe di carrozze che diventano auto, di lettere che diventano mail, di palazzi distrutti dai bombardamenti che vengono ricostruiti, e per molti bottegai, il punto di vista sulla città risulterebbe molto diverso, nonostante il proprio negozio, non si sia mai mosso.
Da oggi, queste storie potete leggerle qui: facebook.com/Botteghestorichedimilano/
Sul portale di Milano da Vedere una sezione è completamente dedicata alle botteghe storiche di Milano: www.milanodavedere.it/botteghe-storiche