storie senza tempo immagine di Giuseppe Tony De Masi
storie senza tempo immagine di Giuseppe Tony De Masi

Storie senza tempo

Storie senza tempo. Quando le storie sono senza tempo? A volta si commette l’errore di associare un nome o un brand a qualcosa che fa parte del passato.

Avete presente “La Linea“? Chi ha visto Carosello ricorderà senz’altro l’omino che percorre una linea virtualmente infinita e di cui è anch’esso parte. Inventato da Osvaldo Cavandoli ha reclamizzato tantissimi prodotti. Alla mente ci viene subito Lagostina, ma La Linea ha fatto pubblicità in quasi tutto il mondo.
E quando oggi pensiamo a questo personaggio lo leghiamo al passato. Eppure… eppure nel non lontano 2012 la casa automobilista Ford l’ha usata per promuovere la C-Max Hybrid. Il passato che ritorna? No, è sempre al nostro fianco.
Altro caso è la Tassoni. Quando si dice Tassoni si pensa alla Cedrata. E a Mina. In un attimo “la mente torna” a ieri, quando al bar ci si accomodava e si sorseggiava questa meravigliosa bevanda al cedro.
E oggi? L’azienda di Salò,  negli ultimi tre anni ha introdotto altre sodate: la Tonica Superfine, il Fior di Sambuco ed il Mirto in Fiore. Un’azienda con oltre 200 anni di storia che si rinnova e segue i gusti del suo pubblico. Già, il pubblico della Tassoni. Non penserete mica che siano solo coloro che hanno assistito ai concerti della grande Mina, vero?
I followers della Tassoni sono giovani! Quelli di oggi, non solo conoscono la Cedrata Tassoni, ma in alcuni casi ne hanno creato un vero e proprio must.
Basta seguire la pagina Facebook dell’azienda per scoprire che giovani e giovanissimi bevono la Cedrata e ne vanno orgogliosi. Ed hanno creato intorno alla bevanda dei mondi che, questo sì, ai tempi di Mina non esistevano.
E’ incredibile leggere i tanti commenti nei quali celebrano la Cedrata Tassoni come la bevanda italiana più capace di stare al loro passo nel mondo social. Quando un marchio sa rinnovarsi, succede anche questo.
Alla faccia dei 200 anni d’età…