Westland Storage

Quando si parla di crypto valute bisogna prestare la massima attenzione.  Quando poi queste sono associate a discorsi di multi proprietà, allora i campanelli d’allarme suonano.

Mi sono imbattuto sul sito westlandstorage.com  e confesso che fin da subito mi ha incuriosito. Me lo sono studiato, ho cercato di capire tutti i dettagli ed ho voluto quindi fare una prova. Ne sono stato e ne sono tutt’ora, piacevolmente colpito.

Il concetto è semplice: si investe quel che si vuole in crypto valute (le più famose) e con quei soldi si acquistano micro porzioni di immobili. E’ il concetto appunto della multi proprietà, con la sola differenza che non ci metterete mai piede. Primo perchè, a meno di investimenti importanti, comprate appunto solo pochi metri quadri, ma secondo e più importante è che quell’immobile a cui il vostro investimento fa riferimento, è a reddito. A voi spetta “solo” la remunerazione.

Già parliamo di soldi? Quanto pagano? l’1% al giorno. Tanto. Si, molto, moltissimo. Sì perchè, e non ci vuole la calcolatrice, in un anno il vostro investimento si moltiplica per 3. Stiamo parlando infatti del 365% all’anno. Siamo nell’ambito speculativo, sappiatelo. Voi oggi comprate una crypto che ha valore 100, per ipotesi e non potete sapere quanto varrà tra un anno. Prendendo per legittimo il 365% di interesse sull’investimento, capite bene che se la crypto valuta che avete scelto si deprezza del 90%, non otterrete un gran risultato.

Ma c’è un’ultima cosa interessante su westlandstorage.com . Potete provare senza mettere soldi. Hanno un sistema di ricompense per attività banali (a meno che siate prigionieri della vostra privacy) che vi permetteranno di ottenere qualche soldo che potrete usare come test.

Io così ho fatto. E confermo che, almeno fino ad oggi, mi ha convinto.

Ecco uno screen shot della loro pagina:

Westland storage
Westland storage

ATTENZIONE:

il presente scritto non è da intendersi come sollecitazione all’investimento. E’ una analisi personale si un sito presente nel web. Leggere sempre con la massima attenzione quanto riportato nelle condizioni sul sito stesso.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMondiali all’Offside sports pub